Con l’approvazione della legge regionale della Campania del 22 dicembre 2004, n. 16 “Norme sul Governo del territorio”, tutti i comuni della Campania hanno la possibilità di dotarsi di un Piano Urbanistico  Comunale, strumento che a livello nazionale sostituisce il vecchio Piano Regolatore Generale.

In particolare l’articolo 43-bis ha previsto che la Regione disciplina con Regolamento di Attuazione i procedimenti di formazione del piano urbanistico comunale (articolo 23)”:

“Nel rispetto dei principi contenuti nella vigente normativa nazionale e regionale in materia di urbanistica, di edilizia e di procedimento amministrativo, e in attuazione dei principi di cui all’articolo 1, comma 2, lettere b) e c), la Regione disciplina con regolamento di attuazione i procedimenti di formazione…dei piani urbanistici attuativi di cui all’articolo 26, del regolamento urbanistico edilizio comunale di cui all’articolo 28, dei comparti edificatori di cui all’articolo 33, nonché le modalità di stipula delle convenzioni tra enti pubblici e soggetti privati previsti dalla presente legge, la disciplina dello sportello unico dell’edilizia di cui all’articolo 41, la disciplina dell’attività di vigilanza di cui all’articolo 42 e la disciplina, nel rispetto degli articoli 36 e 39 del DPR n. 380/2001, e dell’articolo 10 della legge regionale 18 novembre 2004, n. 10, degli accertamenti di conformità delle opere edilizie abusive.”

 

Successivamente la Giunta ha approvato il Regolamento del 4 agosto 2011, n. 5  – pubblicato sul BURC n. 53 del 8 agosto 2011 nel quale sono indicate le procedure da osservare per la formazione dei piani, territoriali, urbanistici e di settore, previsti dalla legge regionale 22 dicembre 2004, n. 16. L’articolo 1, comma 3 del Regolamento prevede che “i piani regolatori generali ed i programmi di fabbricazione vigenti perdono efficacia dopo 18 mesi dall’entrata in vigore dei Piani territoriali di coordinamento provinciale (PTCP) di cui all’articolo 18 della legge regionale n. 16/2004.”

La proroga di 18 mesi assume una valenza particolare per i comuni ubicati in Provincia di Salerno in quanto questa è stata la prima ad adottare il PTCP su cui è stata effettuata la relativa istruttoria per la verifica di compatibilità al Piano territoriale regionale approvata con deliberazione di Giunta regionale n. 287 del 12.06.2012. Il termine relativo sarebbe dunque venuto a scadere entro la fine dell’anno 2013 con la conseguenza che ai sensi del comma 3 dell’art.1 del reg. regionale n.5/2011, alla scadenza dei 18 mesi dall’entrata in vigore del PTCP, nei comuni privi di PUC in virtù dell’applicazione  dell’articolo 9 del DPR 6 giugno2001 n. 380 si sarebbero avute forti restrizione dei limiti di edificabilità su vasta parte del territorio provinciale.

Con Delibera della Giunta Regionale n. 605 del 20/12/2013 viene modificato il comma 3 dell’art.1 del Regolamento di attuazione per il governo del territorio n. 5 del 4 agosto 2011”, dove viene prorogata l’inefficacia degli attuali strumenti vigenti da 18 a 36 mesi:

“…per le motivazioni innanzi evidenziate, di approvare la modifica del comma 3 dell’articolo1 del Regolamento del 4 agosto 2011, n. 5 in modo da prorogare il termine di 18 mesi con 36 mesi”.

Di recente, il Consiglio Regionale della Campania ha approvato la  Delibera di Giunta regionale “Modifica al comma 3 dell’articolo 1 del Regolamento di attuazione per il governo del territorio del 4 agosto 2011 n. 5”. La delibera dà un’ulteriore proroga, da 36 a 48 mesi (dalla entrata in vigore dei Piani territoriali di coordinamento provinciale, quindi per un ulteriore altro anno) il termine di scadenza dei Piani regolatori generali e dei programmi di fabbricazione.

I Comuni avranno, dunque, un altro anno a disposizione per la predisposizione dei Piani Urbanistici Comunali (PUC), tenuto conto del fatto che la maggioranza di essi ha avviato le procedure per la formazione del PUC, ma non è riuscita a rispettare la tempistica fissata nei 36 mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *